LA FOTOGRAFIA
TI RACCONTA MONDI




Agorafobica ha esplorato il mondo solo con Street View

Agorafobica ha esplorato il mondo solo con Street View

  • 121
    Shares




Agorafobica ha esplorato il mondo solo con Street View
4.6 (92.5%) 16 votes

Quello dell’agorafobia è un disturbo di panico molto invalidante. Chi ne soffre, spesso diventa completamente dipendente dalle mura domestiche. Uscire fuori all’aperto diventa, per un agorafobico, un’avventura più grande di quanto non si sia disposti a affrontare. Quotidianamente, oppure ogni tanto.

Fino a qualche anno fa esplorare il mondo per un agorafobico sarebbe stata una sfida davvero improba. Con l’avvento delle moderne tecnologie, viaggiare per il mondo non è più così impossibile come lo era prima.

Jacqui Kenny è un’agorafobica, ma il suo problema non le ha impedito di esplorare il mondo, pur non uscendo mai fisicamente di casa.

Come diventare travel photographer senza uscire di casa

Jacqui Kenny è riuscita a diventare, di fatto, una fotografa di viaggio pur non avendo mai indossato una fotocamera professionale al collo. E neppure avendo dovuto mai spostarsi da un posto all’altro. Con mezzi noti, oppure di fortuna che fossero.


Best seller in evidenza

Libri più acquistati Febbraio 2018

Il libro della fotografia digitale

Il libro della fotografia digitale

Prezzo consigliato: EUR 25,00
Prezzo in Offerta: EUR 21,25
Risparmi: EUR 3,75 (15%%)


Paesaggi

Paesaggi

Prezzo consigliato: EUR 16.90
Prezzo in Offerta: EUR 14,36
Risparmi: EUR 2,54 (15%%)
Fotografia notturna

Fotografia notturna

Prezzo consigliato: EUR 25,00
Prezzo in Offerta: EUR 21,25
Risparmi: EUR 3,75 (15%%)

Agorafobica ha esplorato il mondo solo con Street View
4.6 (92.5%) 16 votes

Per mezzo di Google Street View, Jacqui è riuscita a visitare terre lontane che mai si sarebbe sognata di poter raggiungere in alcun modo.

Dalla sua casa in UK, senza un solo chilometro di strada percorsa, in due anni ha salvato oltre 27.000 schermate (screenshot) da Street View. Poi da tutto il materiale raccolto ha lavorato oltre 18 ore al giorno per arrivare a un’estrema sintesi delle foto salvate. Foto poi elaborate e ritoccate in base ai suoi gusti e sensibilità artistica.

È stato un lavoro intenso perché, a suo dire, la maggior parte delle foto di Street View sono “inguardabili”.

“I love the angle of the camera, this slight oddness, the 360-ness and even the blurred faces,” she says. “Everything that gives it a bit of an otherworldly feel.”
(Amo l’angolo della macchina fotografica, questa leggera stranezza, il 360-ismo e anche i volti sfocati”, dice. “Tutti elementi che riescono a connotare una qualche sensazione di ultraterreno.)


Best seller in evidenza

Fotocamere più vendute

Canon EOS 1300D
Nikon D5300
Sony Alpha 6000L

Agorafobica ha esplorato il mondo solo con Street View
4.6 (92.5%) 16 votes

Il controllo artistico, dal suo punto di vista, è comunque bilanciato rispetto al resto. È possibile volare in pochi istanti in qualsiasi parte del mondo, ma non è possibile comunque modificare la ripresa, le scene oppure i soggetti. Non è possibile modificare le pose dei soggetti oppure migliorare la scena con semplici accorgimenti di movimento.

… ma dovrà viaggiare per forza

Molte delle sue elaborazioni sono state pubblicate sul suo account Instagram, Agoraphobic Traveller (streetview.portraits), che ha raggiunto ormai i 67.000 follower.

Un positivo riscontro al suo impegno profuso su Instagram, lo ha avuto quando le è stato proposto di realizzare una mostra dei suoi lavori in New York City. La mostra aprirà al pubblico il prossimo 15 Ottobre, e sarà l’occasione per Jacqui di viaggiare, per davvero e infine.

Un ulteriore traguardo è stato raggiunto quando, pochi giorni fa, ha ottenuto la liberatoria concessa dal Signor Google in persona, mi verrebbe da dire, per la vendita online delle sue elaborazioni fotografiche.

Un’esperienza di certo inimmaginabile appena solo due anni fa, quando ha dato inizio alla sua entusiasmante avventura di “viaggiatrice da casa”.

via Quartz




Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *