LA FOTOGRAFIA
TI RACCONTA MONDI




Google rimuove il pulsante "Visualizza Immagine"

Google rimuove il pulsante “Visualizza Immagine” dalle ricerche

  • 107
    Shares




Google rimuove il pulsante “Visualizza Immagine” dalle ricerche
4.5 (90%) 16 votes

Google ha apportato una modifica sostanziale alle funzionalità del suo motore: il pulsante “Visualizza Immagine” è stato rimosso dalla ricerca immagini.

Fino a poco tempo fa era possibile visualizzare un’immagine direttamente dai risultati della ricerca.

Quando si entrava nel dettaglio di un’immagine, c’erano diverse opzioni con cui operare per finalizzare la ricerca ai propri bisogni. Il pulsante “Visualizza Immagine” serviva per arrivare direttamente all’immagine senza passare per il sito che la ospitava.


Best seller in evidenza

Libri più acquistati Febbraio 2018

Il libro della fotografia digitale

Il libro della fotografia digitale

Prezzo consigliato: EUR 25,00
Prezzo in Offerta: EUR 21,25
Risparmi: EUR 3,75 (15%%)


Paesaggi

Paesaggi

Prezzo consigliato: EUR 16.90
Prezzo in Offerta: EUR 14,36
Risparmi: EUR 2,54 (15%%)
Fotografia notturna

Fotografia notturna

Prezzo consigliato: EUR 25,00
Prezzo in Offerta: EUR 21,25
Risparmi: EUR 3,75 (15%%)

Google rimuove il pulsante “Visualizza Immagine” dalle ricerche
4.5 (90%) 16 votes

Questa funzionalità generava per molti siti, più problemi che altro. Arrivare direttamente alle immagini senza passare per il la pagina di riferimento significava in massima parte bypassare il sito.

"Visualizza Immagine" prima e dopo
“Visualizza Immagine” prima e dopo

Dove vengono salvate le immagini di un sito web?

Ogni immagine che appare sul web deve essere fisicamente salvata in qualche parte dello spazio web di un sito. Le immagini si possono anche richiamare da un sito esterno, ma il concetto è lo stesso.

Le immagini vengono generalmente salvate dentro una cartella dedicata e vengono richiamate nelle pagine web, una o più volte, a seconda delle necessità del gestore del sito.

Creare un link diretto a un’immagine che si trova dentro la cartella che la contiene, significa mostrare qualcosa che magari il titolare del sito web non vuole mostrare. Perché arrivare direttamente a un’immagine significa sottrarre traffico web al sito: le pagine che contengono l’immagine non vengono mostrate, e così la funzione per cui le pagine sono state create (partecipazione, condivisione, pubblicità, affiliazione o vendita diretta).

Se per i gestori dei siti mostrare le sole immagini è un problema, lo è ancora di più per chi mostra le immagini per venderle.

Gli accordi di Google con Getty Images

Google ha di recente stabilito un accordo con Getty Images, uno dei più grandi distributori mondiali di immagini per il web, ma anche per pubblicazioni fisiche su carta.

L’accordo pone fine a una battaglia nata proprio per la pratica “non competitiva” di far arrivare gli utenti (e quindi i potenziali clienti) direttamente alle immagini senza passare per il sito. Getty Images lamentava il fatto che si poteva arrivare alle immagini in alta risoluzione (una delle opzioni della ricerca immagini di Google ancora disponibile) senza che ci potesse essere alcun controllo da parte di Getty sulle immagini visualizzate dirette.

In verità, tutta questa grande disponibilità di immagini in alta risoluzione provenienti da archivi di stock, io non l’ho mai vista. Anche perché le immagini possono essere protette alla vista pubblica da metodi ampiamente noti e di certo utilizzati da tutti i distributori di immagini in vendita.

Ma la causa era in essere e evidentemente la volontà di arrivare a un accordo era prioritaria rispetto al fornire una funzione per molti versi scarsamente utile ai più.


Best seller in evidenza

Fotocamere più vendute

Canon EOS 1300D
Nikon D5300
Sony Alpha 6000L

Google rimuove il pulsante “Visualizza Immagine” dalle ricerche
4.5 (90%) 16 votes

Quindi Google ha rimosso la funzione dalle sue ricerche.

Etichetta del copyright immagini più evidente

L’accordo inoltre prevede di rendere “più evidente” l’etichetta che informa che “Le immagini possono essere soggette a copyright”: il colore dell’informativa è cambiato da un grigio stinto a un colore più marcato che risalti sullo sfondo scuro della schermata di ricerca.

Ah, tanto per la cronaca, per visualizzare un’immagine da una pagina web basta cliccarci sopra con il tasto destro e seguire la voce “Apri immagine in un’altra scheda”.

Con poco (o tanto?) di certo si riuscirà a rendere più felici i titolari dei siti web e i venditori di immagini stock.

via The Verge




Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *