LA FOTOGRAFIA
TI RACCONTA MONDI

Perché le foto della Torre Eiffel di notte sono illegali

Perché le foto della Torre Eiffel di notte sono illegali

  • 166
    Shares

Perché le foto della Torre Eiffel di notte sono illegali
4.6 (91.25%) 16 votes

Se cerchi delle immagini, caratteristiche o meno, della Torre Eiffel di notte, non ne trovai nessuna nei siti di foto stock. Perché? Be’, la spiegazione a volte può essere più contorta di quanto si possa immaginare per logica.

Andiamo con ordine.

Un’opera frutto di creazione artistica, è protetta per tutta la durata della vita dell’autore. E anche oltre. Ogni nazione ha le sue regole al proposito. Per l’Unione Europea, un’opera artistica è tutelata per tutta la vita dell’autore e per i 70 anni oltre la sua morte.

Ma per la Torre Eiffel? I diritti relativi all’autore sono scaduti. Gustave Eiffel è morto nel 1923 e quindi i diritti di riproduzione sono scaduti nel 1993 (70 anni dopo la sua morte). Eiffel ha acquistato legalmente i diritti da coloro che avevano realizzato i progetti. Quindi cosa impedisce oggi di scattare foto alla Torre Eiffel?

Liberta di panorama - Milano
Liberta di panorama – Milano Piazza Duomo

La libertà di Panorama

Nell’Unione Europea vige inoltre la cosiddetta “Libertà di panorama” (freedom of panorama- FOP). La norma è una eccezione fatta al diritto d’autore che consente di “scattare e riprodurre fotografie di edifici, opere e luoghi pubblici, senza infrangere il diritto d’autore di alcuno”.

Ogni Nazione dell’Unione, comunque è libera di interpretare la norma a proprio modo e imporre le proprie limitazioni e eccezioni alla regola generale.

La Libertà di Panorama in Italia

In Italia, ad esempio, la situazione relativa alla libertà di Panorama è abbastanza controversa. Questo accade per una serie di norme mancati, o non esplicite, alle quali comunque è possibile dare un’interpretazione in senso giurisprudenziale. O, almeno, di buon senso giurisprudenziale.

Sostanzialmente in Italia è possibile fotografare tutto, o quasi, eccetto che beni posti in luoghi privati e sottratti alla pubblica vista (musei ad esempio). L’importante è che le foto, di un monumento ad esempio, avvengano “fuori dai confini del monumento interessato”.

Auditorium nel Parco della Musica di Roma
Auditorium nel Parco della Musica di Roma

Cioè, vuoi fare una foto al nuovo Auditorium nel Parco della Musica di Roma da dentro? Non puoi, a meno di norme esplicite dichiarate dall’Ente che gestisce il bene che ti autorizzino espressamente a farlo. Se fai foto a monumenti/manufatti ancora regolamentati dal diritto d’autore, e l’Auditorium lo è, potresti altrimenti ritrovarti a dover pagare i diritti d’autore per le fotografie fatte al bene.

(Poi che tu faccia le foto da dentro e nessuno ti venga a chiedere i diritti di riproduzione perché non ci sono sistemi di controllo atti allo scopo, è un benamato altro discorso)

Vuoi fare una foto al nuovo Auditorium da fuori? Tutto ok e tutto legale, in qualsiasi modo tu la voglia ritrarre, sempre “fuori dai confini del monumento interessato”.

Vuoi costruire una copia dello stesso Auditorium dietro casa tua anche solo per trastullo personale del tutto innocente? Anche senza volerla far vedere a nessuno? Non puoi, senza che ci sia una violazione del diritto di autore. Diritto che spetta all’ideatore e costruttore dell’opera fino alla sua morte e agli anni trascorsi etc etc.

Ma in Francia?

In Francia la Libertà di panorama non esiste. Questo imporrebbe a chiunque volesse riprendere Parigi da sopra i tetti ad esempio, un attento ed estenuante lavoro di cesello per oscurare (pixelare) i palazzi protetti da copyright.

Torre Eiffel di giorno
Torre Eiffel di giorno

Ma per la Torre Eiffel? Non è libera da copyright?

Se si scattano foto di giorno della Torre, non c’è ormai più nessuna limitazione ai diritti di riproduzione. Per i motivi esposti relativi ai diritti di Eiffel, deceduto da oltre 70 anni.

Ma per le foto di notte no. Per le foto di notte è diverso.

Di notte ci sono le luci che sono accese. E le luci della Torre costituiscono, anch’esse, opera di ingegno. E come opera di ingegno, il loro diritto di riproduzione va a sommarsi ai diritti d’autore di chi ha fisicamente realizzato la Torre.

Le luci sono da considerarsi a parte rispetto ai diritti di riproduzione maturati negli anni dalla Torre.

Le luci, essendo state istallate nel 1985, costituiscono ancora motivo di copyright e quindi non è possibile fare foto alla Torre Eiffel di notte e pubblicarle, senza violare un diritto d’Autore riconosciuto.

(Se fai foto alla Torre di notte e non le diffondi su nessun mezzo, ovviamente le puoi fare come e quante ne vuoi)

A meno che non ci sia un qualche blackout e riesci a scattare una foto di notte senza l’ausilio delle famigerate luci. Magari con l’aiuto della sola luce della luna, che a Parigi, ma anche altrove, in certe notti non manca.

Per le luci frutto dell’ingegno umano così tanto considerato, specialmente in Francia, bisognerà attendere ancora. Almeno fino alla morte dell’autore e i 70 anni successivi dalla sua dipartita.

via Laughing Squid, foto Ren Kuo, Fabricio de Paula, Roberto Ventre e Nicki Dugan Pogue


  • 166
    Shares

Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *